Le DOLOMITI - Patrimonio Mondiale UNESCO

Il Sellaronda Bike Day in uno dei paesaggi naturali più belli del mondo, le Dolomiti. Nessuna catena montuosa delle Alpi offre un panorama così impressionante come le Dolomiti. Lo scenario alpino che circonda il massiccio del Sella, il gruppo del Sassolungo, lo Sciliar, il Sassongher, il Pelmo, il Civetta e la Marmolada, rappresenta uno dei paesaggi più belli del mondo, riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale. Per gli appassionati del mountain bike è uno spettacolo naturale unico, coniugato con i tipici rifugi alpini e deliziose specialità tipiche locali.

Le DOLOMITI – per molti le montagne più belle del mondo

Grandi rocciatori come il viennese Paul Grohmann (1838 – 1908), il primo a conquistare la vetta della Tofana de Rozes e del Monte Cristallo presso Cortina d’Ampezzo, del Sassolungo in Val Gardena e delle Tre Cime di Lavaredo nelle Dolomiti di Sesto, amavano queste montagne e ne propagarono la fama con numerose pubblicazioni. L’alpinista, attore e regista cinematografico gardenese Luis Trenker (1892 - 1990), nato ad Ortisei ai piedi dell’inconfondibile Sassolungo, documentò la sua passione per queste montagne in numerosi libri e film che fecero il giro del mondo. Grazie a Trenker le formazioni rocciose delle Dolomiti raggiunsero per la prima volta un ampio pubblico a livello internazionale. Ed infine il “Re degli ottomila“ – Reinhold Messner. Fin da bambino fu attratto da questo meraviglioso paesaggio montano. Messner ha conquistato tutte le montagne più affascinanti, le cime più alte e a parere di altri inviolabili, esistenti al mondo. Le Dolomiti hanno però sempre suscitato in lui un fascino particolare, diceva „Non sono le montagne più alte, ma sicuramente sono le montagne più belle del mondo“. Le Corbusier (Svizzera-Francia 1887 – 1965), forse il più grande architetto contemporaneo, vedeva nelle Dolomiti „la più bella architettura naturale del mondo“.